martedì 28 aprile 2015

Geotermia: progetto geotermico pilota di Castel Giorgio

Pubblicato Lunedì, 03 Novembre 2014 19:00

Bolsena CRONACA Parere favorevole al progetto geotermico pilota di Castel Giorgio in Umbria

All'Assessore all’'Ambiente Refrigeri
e p. c. al Presidente Nicola Zingaretti
alla Provincia di Viterbo
ai Sindaci dei Comuni nel bacino lacustre
al nostro elenco di Portatori di interesse.
Egregio Assessore,
facendo seguito alla e-mail di Venerdì scorso sembra confermato che il funzionario della Regione Lazio abbia espresso in Commissione Tecnica di VIA del Ministero Ambiente parere favorevole al progetto geotermico pilota di Castel Giorgio in Umbria. Per esserne certi abbiamo chiesto l’accesso ai verbali della riunione ai sensi della legge 241/90. Risulta comunque che che dopo contrastanti pareri la Commissione ha approvato il progetto.

L’impianto preleverà fluido geotermico ricco di arsenico in Umbria e lo reinietterà nel bacino idrogeologico del lago di Bolsena. Ciò provocherà un ulteriore inquinamento da arsenico della falda superficiale che alimenta la rete potabile della provincia di Viterbo, con l’aggravante di inquinare il SIC lago di Bolsena impedendo così il progetto di diluire la rete potabile con l’acqua del lago. Inoltre dobbiamo aspettarci penalità da parte della Cominità Europa.

Chi dobbiamo ringraziare?

La vittoria delle lobbies è avvenuta anche per il mancato intervento della Regione Lazio che, pur essendo stata da noi sollecitata innumerevoli volte, non ha mai presentato la propria opposizione a questo disastroso progetto. La Commissione ha espresso il proprio parere, ma questo non è operativo fino a quando il Ministro all’Ambiente emetterà il decreto che lo renderà valido. La Regione Umbria ha ancora il potere di intervenire e fermare il progetto che è sul suo territorio (ci fidiamo?), mentre la Regione Lazio, pur essendo la danneggiata, è fuori causa.

Rimane la possibilità di chiedere al Ministro di non rendere valido il parere della Commissione fino a quando sarà discussa la mozione presentata da 15 Parlamentari PD (prima firmataria l’On. Chiara Braga), che impegna il Governo ad applicare una “moratoria” sugli impianti in via di autorizzazione, fino a quando sarà stabilito dove è consentito, o meno, realizzare la geotermia con pozzi profondi. Ma anche su questo aspetto la Regione Lazio sta rinviando ogni discussione, malgrado sia stata da tempo autorevolmente chiesta dal Consigliere Prof. Riccardo Valentini.

Considerati i precedenti e visti i risultati è lecito chiedere all’Assessore all’Ambiente Refrigeri e al Presidente Zingaretti (che ci legge per conoscenza) qual’è la loro personale posizione rispetto all’impianto geotermico di Castel Giorgio. Sottolineiamo che ci riferiamo specificamente a quell’impianto e non alla geotermia in generale.

In caso di mancata esplicita risposta dovremmo concludere che i due principali esponenti della Regione Lazio sono favorevoli, malgrado che 24 Sindaci e la Provincia di Viterbo abbiano espresso parere contrario sottoscrivendolo e motivandolo con precise relazioni tecniche di qualificati geologi. Inutile aggiungere che dello stesso parere contrario è la popolazione e le Associazioni che la rappresentano.

Con osservanza.
Piero Bruni
Presidente dell’Associazione Lago di Bolsena
e capofila della Associazioni Ambientaliste
del comprensorio lacustre


Fonte: